Meteo:
5 C
nubi sparse
Bergamo
humidity: 93%
wind: 2 m/s NE
H5 • L5
Tue
9 C
Wed
8 C
Thu
5 C
Fri
6 C
Sat
6 C
HomeCompaniesSamsung: il Gear VR del futuro riconoscerà movimenti ed espressioni facciali

Samsung: il Gear VR del futuro riconoscerà movimenti ed espressioni facciali



I Gear VR del prossimo futuro potrebbero avere capacità di rilevamento molto più evolute: a suggerirlo sarebbe una richiesta di brevetto depositata da Samsung in Corea del Sud nel maggio scorso, ma trapelata solo ora.

Ci pensa SamMobile a diffondere la notizia che il colosso coreano stia seriamente pensando di dotare il proprio visore di nuovi sensori che ne aumentino la capacità di rilevare non solo i movimenti, ma anche gli occhi e le espressioni facciali dell’utente.

Sappiamo che i brevetti delle aziende tech non implicano necessariamente che tutte le funzioni illustrate vengano poi effettivamente applicate ai prodotti finali, ma offrono uno scorcio su ciò che i produttori pensano di sviluppare in un prossimo, o più lontano futuro.

In questo caso il titolo della richiesta è piuttosto emblematico: Image Processing for Head Mounted Display Devices e nasconde all’interno alcune caratteristiche che Samsung potrebbe introdurre nel prossimo – o nei prossimi – Gear VR.

samsung-patent-gear-vr-facial-tracking samsung-patent-gear-vr-position-tracking-camera

Il brevetto prevederebbe non solo il riconoscimento della posizione del dispositivo, anzi esso illustrerebbe soprattutto l’utilizzo di vari sensori per scansionare il viso dell’utente per riconoscerne gli occhi e le caratteristiche del volto.

L’impiego di sensori con tali capacità di tracking permetterebbe di rendere l’esperienza di realtà virtuale più personale e su misura dell’utente.

Ciò sarebbe possibile grazie ad una camera esterna in grado di riconoscere posizione e alcuni dettagli del viso lasciati scoperti dal visore, come la bocca.

Il Gear VR stesso sarebbe dotato di nuovi sensori come quelli infrarossi e elettrooculografici (EOG) per tracciare movimenti degli occhi ed espressioni facciali.

Ora non siamo in grado di affermare con certezza che il prossimo visore Samsung avrà tutte queste capacità, ma gli indizi sono sufficienti per speculare.

Gli stessi colleghi di SamMobile hanno riportato l’avvistamento di una nuova camera 360 negli stabilimenti R&D del colosso coreano in India: una prova come un’altra che parte di queste funzionalità possano far parte delle caratteristiche del prossimo Gear VR.

samsung-patent-bio-sensors-gear-vr
samsung-patent-gear-vr-tracking

Una Samsung che nel frattempo lavora ai vertici con una roadmap per riorganizzare in modo più efficace la società, dopo lo scandalo Note 7 e l’accusa delle mazzette al governo di Park Geun-hye.

Oltre ad una redistribuzione più redditizia dei dividendi ai soci, il colosso asiatico sta valutando la possibilità di separare in due Samsung Electronics al fine di aumentare il valore del gruppo.

Una parte della società sarebbe rappresentata dalla holding principale, l’altra una realtà più operativa: un modo per semplificare il business e accontentare gli azionisti non coreani.


Fonte: SamMobileRepubblica 


Potrebbe interessarti anche: Samsung: l’assistente vocale di Galaxy S8 potrà effettuare pagamenti e arriverà in due varianti