Meteo:
15 C
acquazzone
Bergamo
humidity: 67%
wind: 2 m/s W
H17 • L11
Sat
16 C
Sun
15 C
Mon
8 C
Tue
9 C
Wed
9 C
HomeAndroidCES 2017 | A che punto è il Sony Xperia Projector?

CES 2017 | A che punto è il Sony Xperia Projector?



Sony presentò il primo prototipo di Xperia Projector già al Mobile World Congress dello scorso anno, a margine dell’evento di lancio dei primi smartphone della serie X.

Allora erano presenti anche altri concept poi diventati prodotti finiti nel corso dell’anno – come l’auricolare Xperia Ear – e da quel momento in poi il colosso giapponese ha portato con sè Projector sia ad IFA 2016, che all’appena concluso CES di Las Vegas.

Il risultato è un’idea che già dalla kermesse tedesca va prendendo forma rispetto all’iniziale concept di inizio 2016 e che, per quanto l’ipotetico prodotto possa essere particolare, riesce ad essere piuttosto efficace.

Sappiamo che il concetto alla base di Xperia Projector è poter interagire con applicazioni Android attraverso una schermata proiettata su qualunque superficie piatta, che sia il tavolo o il muro di fronte al prodotto. Questo è possibile grazie a sensori infrarossi che trasformano tale superficie in uno schermo multi-touch a 10 punti, schermo che può essere proiettato sulla parete fino ad una misura di 80 pollici – perdendo in questo caso la possibilità di toccare gli elementi sul “display” perché i sensori semplicemente non sono a portata.

Fin qui ci siamo, ma un’altra caratteristica interessante di Xperia Projector, forse la più interessante, è che ha installato una versione completa e ben funzionante di Android.

Come si era già apprezzato a Berlino, il prototipo di Sony è essenzialmente un tablet con pieno supporto al Play Store e di conseguenza può essere impegnato in tutte le operazioni a cui sottoporremmo un dispositivo di quel tipo.

id553078
id553083

Quale il target di Xperia Projector? Per lo più l’utenza interessata alla multimedialità ed un uso generale in ambito domestico con tutta la flessibilità di non essere vincolati ad un vero e proprio display, ma senza troppe pretese – difficile pensare di fare della gran produttività su un dispositivo simile; con un po’ di fantasia potremmo vedere il Projector impiegato nella visualizzazione di presentazioni Power Point in ambiente scolastico, magari con l’aggiunta di un paio di porte USB.

In questo momento è difficile parlare di specifiche tecniche o di una data di commercializzazione – potremmo pensare che Sony abbia in mente di portare un altro prototipo quest’anno a Barcellona e in quell’occasione comunicare altri dettagli in merito.

Tuttavia, con la complicità di un prezzo non troppo elevato, l’idea può trasformarsi in un prodotto finito interessante, considerando le potenzialità fin qui espresse dai prototipi in fase di continuo sviluppo.