Meteo:
4 C
foschia
Bergamo
humidity: 93%
wind: 2 m/s N
H6 • L2
Thu
8 C
Fri
9 C
Sat
2 C
Sun
3 C
Mon
2 C
HomeAccessoriBose SoundTouch 20 serie III | Una Recensione Soggettiva

Bose SoundTouch 20 serie III | Una Recensione Soggettiva

Bose SoundTouch 20 serie III

Bose SoundTouch 20 serie III
8.8

Qualità costruttiva

9/10

Qualità sonora

10/10

Connessione

8/10

Dimensioni

9/10

Funzioni

9/10

Pro

  • Qualità sonora
  • Volume esagerato
  • Molteplici modi di utilizzo

Contro

  • Portata Wifi
  • App migliorabile
  • I servizi musicali potevano essere più numerosi


Negli ultimi anni si è assistito ad un vero e proprio boom delle casse Audio Bluetooth portatili grazie alla diffusione degli smartphone, che ormai fanno parte della nostra vita quotidiana. Ora è il turno dei dispositivi con la nuova connettività Wireless, che permettono di rendere la cassa “intelligente”.

Voglio parlarvi della mia esperienza con il sistema Wireless/Bluetooth SoundTouch 20 serie III della Bose; sono un ragazzo che ama ascoltare musica, non importa se con le cuffie o con un impianto Hi-Fi, basta che l’ascolto sia di qualità. Per questo motivo ho disseminati per casa tantissime cuffie e dispositivi per l’ascolto “di qualità” di musica e vedere i miei film preferiti con un’ottima resa sonora. Tant’è che nella mia camera ho attaccato al televisore Panasonic da 42” un Sintoamplificatore “Kenwood V5450D” con casse annesse, posizionate perfettamente nella stanza per creare un buon effetto 5.1 con cui ascolto musica, guardo film e gioco con la mia Playstation 4.
Con il passare del tempo mi è passata per la testa l’idea di cambiare il mio impianto, non perchè sia diventato scadente, ma perchè con i tempi che corrono sono cambiate anche le mie esigenze.
Dapprima l’idea era quella di cambiare il sintoamplificatore e poi in un secondo momento anche le casse, ma più passava il tempo e più diventavo insofferente per 2 motivi:
– La necessità di avere più connessioni integrate nell’impianto per connettere tutti i miei dispositivi
– Eliminare i maledetti cavi
Ebbene si, il mio impianto è stato adattato alla mia stanza e anche attraverso l’uso di canaline e sotterfugi, c’era sempre l’ombra di tanti cavi sotto la mia tv e in giro per la mia stanza. Così ho cominciato ad informarmi sul Web per trovare la soluzione che più si adattasse alle mie esigenze, senza spendere un patrimonio!
Alla fine ho deciso di comprare un dispositivo che si adattasse ai più svariati utilizzi, con una gran resa sonora e che soprattutto sia facile da installare e bello da vedere. Così mi sono portato a casa il Bose Soundtouch 20 serie III.
So che molti di voi stanno storcendo il naso, visto che ho sostituito un buon impianto 5.1 per una cassa dalle dimensioni ridotte, ma voglio spiegarvi il motivo della mia scelta…
In primis, io sono da sempre, un grandissimo fan di Bose e della sua straordinaria abilità nel dare un suono potente e corposo in dimensioni ridotte. In più, volevo un po’ più di “semplicità” nel mio impianto di intrattenimento. Certo i compromessi ci sono eccome, ma sono disposto ad accettarli e a chiudere un occhio perchè la resa finale mi ha più che soddisfatto per i motivi che vi andrò a spiegare più dettagliatamente.

L’ho preso su Amazon, dopo svariate ricerche, al prezzo di € 359,00 risparmiando così ben € 40 dal prezzo di listino ufficiale, nella colorazione nera. Partiamo col dire subito che appena aperta la scatola non troviamo molto al suo interno, se non naturalmente la cassa, il telecomando, il cavo di alimentazione, un cavo usb/micro usb e un foglio illustrativo su come configurare la cassa. La cassa è “pesante”, in plastica ottimamente realizzata mentre il telecomando è in gomma satinata per un effetto al tatto molto bello. Collegata alla corrente bisognerà configurarla tramite PC/MAC o smartphone Android/iOS per far in modo che possa essere utilizzata al 100%. Una volta connessa alla rete wifi o tramite connessione ethernet possiamo cominciare ad ascoltare la nostra musica o i nostri film preferiti.
Nella parte superiore della cassa troviamo una ghiera di pulsanti:
– il tasto Power, che naturalmente serve per accendere/spegnere la cassa
– il tasto Bluetooth/AUX che permette di switchare tra queste due modalità di ascolto
– 6 pulsanti numerati dal 1 al 6, che sono i preset personalizzati che poi andremo a selezionare tramite l’app
– 2 pulsanti che servono per alzare e diminuire il volume
Tutte queste funzioni le troviamo sia sull’app per pc e smartphone, sia direttamente sul telecomando in dotazione.
Sul lato frontale invece troviamo il logo “BOSE” e soprattutto un piccolo schermo LCD che indica la modalità in cui è la cassa. Quando la cassa è spenta è possibile mostrare l’ora.

[su_slider source=”media: 63250,63249,63252,63251″ link=”image” width=”1360″ height=”900″ title=”no” speed=”0″]

La particolarità principale che rende questa cassa, particolare se non unica, è la possibilità di ascoltare musica in streaming senza l’ausilio di uno smartphone o pc; si perchè, se mentre con la classica connessione Bluetooth abbiamo del dispositivo sorgente da manda l’input alla cassa, con questo sistema basta avere la connessione internet e selezionare cosa vogliamo ascoltare. La scelta è:
– Deezer, Amazon Music, SiriusXM e soprattutto Spotify (solo versione Premium)
– Itunes usato in modalità server
– Internet Radio
Con questi servizi abbiamo la possibilità di ascoltare musica indipendentemente, senza avere con noi smartphone e Pc. In più se si hanno più di una cassa della gamma SoundTouch (10, 20, 30) in altre stanze , si possono ascoltare in contemporanea o indipendentemente, tutto tramite app. Semplicemente collegandole tutte alla stessa rete Wifi.
Vi faccio il mio esempio con la mia SoundTouch 20: ho un account Spotify Premium ed ho assegnato ad ognuno dei 6 preset personalizzati una playlist diversa. Una per quando torno da una faticosa partita di calcetto, una per quando ho finito di farmi la doccia, un’altra per quando ho voglia di rilassarmi ecc ecc….
Sempre tramite Spotify (smartphone o pc) posso ascoltare qualsiasi canzone, album o playlist perchè trovo la cassa tra i “dispositivi disponibili” per l’ascolto proprio nel player musicale. Quindi basta solo collegare Spotify alla cassa mentre si sta ascoltando la musica su, per esempio, lo smartphone e il gioco è fatto. Da lì in poi potrete controllare la riproduzione tramite i tasti sulla cassa o tramite il telecomando. Naturalmente potete continuare a controllare tutto dal vostro smartphone.
L’uso che ne potete fare, dipende solo da voi!
Inoltre io ho connesso la cassa tramite l’entrata AUX con il mio televisore con un semplice cavo Jack da 3,5 mm. Così facendo ascolto tutto quello che vedo sulla mia tv. Tutti i miei apparecchi (Decoder Sky, Playstation 4, Wii U) sono ora collegati direttamente al televisore e quindi una volta accesi, l’audio viene “sparato” alla cassa in modalità AUX.
Per quanto riguarda la connessione Bluetooth posso solo dire che funziona bene, senza disconnessioni o problemi di sorta. L’audio è buono e la portata è nella norma.

 

I servizi offerti da BOSE

[su_slider source=”media: 63255,63254,63253″ link=”image” width=”1360″ height=”900″ title=”no” speed=”0″ class=”Interfaccia macOs”]

 

[su_slider source=”media: 63259,63260,63360,63258,63257″ link=”custom” width=”720″ height=”1280″ title=”no” mousewheel=”no” speed=”0″ class=”Interfaccia Android”]

 

Ma tutto questo sarebbero solo chiacchiere se la cassa non facesse al meglio quello per cui è stata creata, cioè una resa sonora TOP. In 2 mesi di utilizzo ho ascoltato tutti i tipi di musica tramite Spotify, visto serie tv su Sky e film in Bluray e giocato ai miei videogiochi preferiti su Playstation 4. La SoundTouch 20 ha sempre risposto in modo egregio, con una resa sonora eccezionale e un volume pauroso se considerate le dimensioni. Certo, i compromessi ci sono, basti pensare che non ho più un sistema 5.1 (e questo nei film qualche volta si fa sentire), e comunque per quanto la resa sonora sia eccellente non raggiunge quella di un buon impianto 5.1. Comunque vedere film, ascoltare musica e giocare ai videogiochi diventa un’esperienza fenomenale con questa SoundTouch 20. I bassi sono incredibilmente profondi, gli alti cristallini e solo un po’ i medi vengono sacrificati. I puristi audiofili sicuramente non saranno soddisfatti per via della particolare equalizzazione audio che Bose installa di serie ai suoi prodotti, il quale enfatizza quasi all’estremo i bassi. Con i prodotti Bose non esistono mezze misure, o si amano o si odiano! Per quanto mi riguarda non posso che ritenermi più che soddisfatto del suono Bose “puro”, ma capisco che sia una cosa molto soggettiva. Il volume come dicevo prima, è molto alto e anche con una stanza grande non avrete problema a “riempirla”. Io nelle mie prove personalmente non sono mai arrivato a più di 3/4 di volume, semplicemente perchè non c’era bisogno, in quanto il volume era già abbastanza alto da farmi odiare dai vicini.

In conclusione posso dire che la Bose ancora una volta mi ha più che soddisfatto. La qualità, sia costruttiva che sonora c’è e si paga. € 399 non sono pochi e allo stesso prezzo si trovano soluzioni diverse e per certi versi anche migliori; ma la sua semplicità d’uso e la grande qualità sonora lo rendono quasi perfetto a mio modo di vedere. Non è sicuramente esente da difetti, perchè sia l’app per Android che quella per Mac potrebbero essere sviluppate molto meglio e l’aggiunta di qualche servizio in più non avrebbe guastato. Un altro difetto che ho riscontrato è una scarsa portata del wifi, che ho risolto collegandolo alla rete tramite cavo ethernet.
Comunque per gli utenti “smart” che amano la semplicità d’uso e a cui piace il suono BOSE, con i suoi pregi e difetti, l’acquisto è SUPERCONSIGLIATO.