Meteo:
-2 C
foschia
Bergamo
humidity: 71%
wind: 3 m/s NNE
H0 • L-3
HomeAppleAnalizziamo iPhone 7 e 7 Plus | Cosa va bene e cosa no

Analizziamo iPhone 7 e 7 Plus | Cosa va bene e cosa no



Ieri è stato il grande giorno di iPhone 7 e 7 Plus, presentati in grande stile nell’evento tenuto da Apple al Bill Graham Civic Auditorium di San Francisco. Ora, a quasi 24 ore dall’annuncio e senza l’euforia o il disappunto ad esso immediatamente successivi, è il momento di analizzare più nel dettaglio le scelte dell’azienda di Cupertino e tirare le somme sui nuovi iPhone.

Premessa: non sono un fan Apple, non parteggio per nessuna azienda e nessun sistema operativo. Utilizzo quotidianamente prodotti Apple esattamente come uso prodotti di altre marche e con sistema operativo non Apple. Ho avuto soddisfazioni e delusioni da prodotti Apple come ne ho avute da prodotti non Apple. Mi piace la tecnologia, che valuto a prescindere dal nome scritto sopra al prodotto.

Cosa va bene

Rimozione del jack da 3,5 mm

Se n’è parlato tanto negli ultimi mesi, dal momento che forse è il rumor su iPhone 7 uscito prima, e Apple stessa in fase di presentazione ha voluto difendere la scelta di non equipaggiare i nuovi iPhone 7 con questo connettore. La motivazione è che il jack audio da 3,5 mm è un connettore antiquato e obsoleto, che occupa parecchio spazio all’interno del device e che può essere degnamente sostituito da connessione senza fili o dal Lightning: quindi perché tenerlo? Secondo Apple è arrivato il momento di passare oltre, esattamente come fu per il lettore CD, e solo Apple dispone della forza (e del coraggio, per citare l’azienda stessa) per dare un’accelerata alla scomparsa di questo connettore dagli smartphone.

In confezione saranno fornite le nuove EarPods con connettore Lightning e un adattatore da 3,5 mm a Lightning, per cui con iPhone 7 si potranno continuare ad utilizzare tutti i prodotti con jack 3,5 mm che possediamo. Inoltre, tramite le nuove EarPods e tutti gli altri auricolari o cuffie con connettore Lightning (già presenti sul mercato e che usciranno in seguito), potremo godere di una qualità audio decisamente superiore a quella fornita dal jack 3,5 mm.

nojack

L’unico problema potrebbe essere dato dal fatto che non sarà possibile caricare il dispositivo e contemporaneamente utilizzare una cuffia Lightning. Ma per i pochi che sentono (davvero) questa esigenza non tarderà ad arrivare uno sdoppiatore o un adattatore dal solito brand cinese di turno, e con qualche euro sarà possibile portarselo a casa. Quindi, no big deal.

adattatorelightningjack

Nero opaco

Il grigio siderale sparisce e lascia il posto a nero opaco e Jet Black. Al Jet Black ho riservato un piccolo spazio tra le cose che non vanno bene, mentre il nero opaco lo annovero qui, visto che per me è sicuramente il colore migliore tra i cinque proposti da Apple per iPhone 7.

neroopaco

Nuove fotocamere

iPhone 7 ha una fotocamera posteriore da 12 MP, la stessa risoluzione del 6s, ma con f/1.8 e stabilizzazione ottica dell’immagine. Il flash True Tone ora è a quattro LED per una luce ancora più naturale, e il nuovo processore ISP, in grado di gestire 100 miliardi di operazioni in 25 millisecondi, permetterà al telefono di analizzare a fondo l’immagine in modo da ottenere la foto migliore possibile. Aumentano la velocità di scatto e la quantità di luce captabile dal sensore e diminuisce il consumo energetico. La fotocamera frontale passa da 5 a 7 MP.

iphone7camera

Le novità più grosse sono sul 7 Plus, che è dotato della tanto anticipata doppia fotocamera da 12 MP. Una delle due è identica a quella del 7, mentre l’altra è definita da Apple come teleobiettivo, in quanto è in grado di scattare con zoom ottico a 2x rispetto all’altra fotocamera. Inoltre, con un futuro aggiornamento, sarà anche possibile applicare effetti bokeh.

doppiafotocamera

Le premesse sembrano buone, ma per ora possiamo solo commentare questi numeri e gli scatti (ovviamente perfetti) che Apple ha mostrato durante la presentazione.

Nuovi tagli di memoria

E’ stata raddoppiata la memoria interna di tutti e tre i tagli presenti per iPhone 6s. Si può quindi scegliere tra 32 GB, 128 GB e 256 GB.

Nuovo tasto Home

Il tasto Home di iPhone 7 e 7 Plus non è più fisico, ma non è neanche soft touch come su tanti dispositivi Android. Alla pressione non si muoverà più, ma restituirà lo stesso feedback di sempre grazie al Taptic Engine. La novità è positiva perché non ci saranno più rotture di tasti Home fisici e perché personalmente amo il feedback e le vibrazioni del Taptic Engine. Ovviamente rimane il Touch ID di seconda generazione, sempre integrato nel tasto Home.

tapticengine

Resistenza a polvere e acqua

iPhone 6s e 6s Plus sono non ufficialmente resistenti all’acqua, mentre 7 e 7 Plus rispettano pienamente gli standard della certificazione IP67. Possono quindi essere immersi fino ad un metro di profondità per 30 minuti e resistono anche alla polvere.

Prestazioni migliori e autonomia maggiore

Ogni anno l’annuncio è sempre lo stesso, ma i miglioramenti sono sempre tangibili. Le prestazioni del nuovo chip A10 Fusion dovrebbero essere superiori del 40% rispetto ad A9 e del 100% rispetto ad A8. Il nuovo chip è quad-core ed è diviso in due cluster da due core ciascuno: il primo è quello tradizionale, il secondo (quello nuovo) opera ad 1/5 della potenza ed entra in gioco quando si devono svolgere attività che richiedono poca potenza di calcolo, in modo da risparmiare batteria. La nuova GPU a 6 core è più potente del doppio rispetto a quella dello scorso anno e anch’essa meno energivora, per un dispendio energetico inferiore di circa il 33% rispetto a CPU e GPU dell’anno scorso.

Ancora non si conoscono nel dettaglio le capacità delle batterie di iPhone 7 e 7 Plus, ma dovrebbero essere più o meno allineate a quelle della precedente generazione. Apple ha annunciato un miglioramento dell’autonomia di due ore per iPhone 7 rispetto a 6s e di un’ora per iPhone 7 Plus rispetto a 6s Plus. La memoria RAM su iPhone 7 è di 2 GB, mentre su 7 Plus dovrebbe essere di 3 GB. Per i dati precisi relativi a RAM e capacità della batteria attendiamo i primi teardown.

Cosa non va bene

Design che vince non si cambia, però…

iPhone 7 e 7 Plus sono praticamente identici a 6/6s e 6 Plus/6s Plus: le dimensioni sono le medesime, le forme sono uguali, i display hanno le stesse diagonali, il posizionamento di pulsanti e altri elementi è invariato. Le uniche differenze estetiche sono la rimozione del jack 3,5 mm (sostituito da una seconda griglia che ospita il microfono), una fotocamera disegnata diversamente, il flash quad LED invece che dual, due nuove colorazioni (nero opaco e Jet Black, al posto dello Space Grey) e lo spostamento delle bande in plastica per le antenne sui bordi superiore e inferiore invece che sulla parte posteriore.

Tutti cambiamenti positivi, ma il nuovo/vecchio design avrà sicuramente fatto storcere il naso a molti. Certo, bisogna tenere in considerazione che ormai le linee di iPhone 6 sono iconiche, e che Apple sta sicuramente preparando un cambiamento radicale per l’anno prossimo, per il decimo modello di iPhone, e anche che sta pensando ad un ciclo di aggiornamento triennale (invece che biennale) per gli iPhone e i prodotti per cui non sarà più sostenibile un rinnovamento ogni anno o due. Senza dimenticarsi che Samsung ha cambiato ben poco da S6 a S7, segno che ormai per prodotti di questa fascia stravolgere il design non porta più i benefici necessari.

Però ci si poteva aspettare di più, perché ormai i top di gamma di tanti altri produttori sono sviluppati con soluzioni estetiche nettamente più raffinate, con poche cornici (o addirittura borderless), schermi curvi, dimensioni inferiori per display con stesso polliciaggio… E (secondo però) il minimo cambio del design della fotocamera (penso più che altro al 7, ma anche al 7 Plus) impedisce l’utilizzo delle costosissime cover ufficiali per 6 e 6s nonostante le identiche dimensioni. Insomma, iPhone 7 e 7 Plus a mio parere sono molto belli, ma si poteva fare di più.

Jet Black

Jet Black e nero opaco sono le due nuove colorazioni di iPhone 7 e 7 Plus. Il Jet Black è molto bello ed è sicuramente indirizzato ad uno specifico gruppo di utenti (appassionati del marchio e high spenders su tutti) e proprio per questo è esclusiva dei modelli con 128 e 256 GB di memoria interna, ovvero i più costosi. Ma questa nota che Apple riporta sul suo sito in relazione alla colorazione Jet Black sembra quasi una presa in giro:

schermata-2016-09-08-alle-14-59-32

Prezzo italiano

Il problema non è tanto il prezzo di iPhone: è sempre costato tanto, è l’unico prodotto con iOS e l’unico smartphone che Apple lancia in un anno, si deprezza decisamente meno rispetto ad altri smartphone di pari prezzo, ormai anche i top di gamma delle altre aziende costano simile e se continuano a venderne milioni a questi prezzi hanno ragione loro, punto. Il problema è che ancora una volta in Italia gli iPhone costeranno di più: 40€ in più rispetto alla Germania, 30€ in più rispetto a Francia e Spagna. E considerando anche il relativamente piccolo e generale aumento di prezzo rispetto ai predecessori si raggiungono cifre notevoli, forse troppo. Quelli che seguono sono i prezzi italiani:

  • iPhone 7 32 GB – 799€
  • iPhone 7 128 GB – 909€
  • iPhone 7 256 GB – 1019€
  • iPhone 7 Plus 32 GB – 939€
  • iPhone 7 Plus 128 GB – 1049€
  • iPhone 7 Plus 256 GB – 1159€